Documenti e Moduli da consegnare in Posta per ritirare la Carta risparmio spesa

Ecco quali sono i documenti e i moduli da consegnare all’ufficio postale per poter ritirare la Carta risparmio spesa e cosa fare in caso di problemi

poste italiane
Photo Credit: Tupungato / Shutterstock
adv

Ecco il vademecum sui documenti e i moduli da consegnare in Posta per ritirare la Carta risparmio spesa.

I beneficiari della misura devono recarsi all’ufficio postale più vicino e consegnare la comunicazione ricevuta dal Comune (che conferma il diritto al beneficio), un documento d’identità in corso di validità e il codice fiscale.

Poste Italiane mette a disposizione anche una serie di moduli utili per richiedere e gestire la Carta “Dedicata a te” e per risolvere eventuali problematiche, come nel caso di smarrimento.

In questo articolo vi spieghiamo come ritirare la Carta risparmio spesa all’ufficio postale e quali sono i documenti e i moduli da consegnare in Posta per ottenere la card PostePay o risolvere problemi.

QUALI SONO I DOCUMENTI CHE SERVONO PER RITIRARE LA CARTA RISPARMIO SPESA IN POSTA

Per effettuare il ritiro della Carta risparmio spesa “Dedicata a te“ è necessario presentare i seguenti documenti presso l’ufficio postale:

  • la comunicazione ricevuta dal Comune di residenza che accerta il diritto al bonus da parte del richiedente. Chi è in possesso dei requisiti e non ha ricevuto la comunicazione, può seguire i consigli di questo approfondimento;

  • un documento d’identità in corso di validità (es. carta d’identità, CIE);

  • il codice fiscale.

Inoltre Poste Italiane ha messo a disposizione dei moduli utili per chi deve ritirare o gestire la carta. Questi moduli sono disponibili presso gli uffici postali, ma per agevolarvi noi li rendiamo disponibili di seguito, così potete scaricarli, stamparli e compilarli.

MODULO DI CONSEGNA O SOSTITUZIONE CARTA

Poste Italiane mette a disposizione il seguente modulo per la consegna o la sostituzione della carta quando è direttamente il beneficiario ad andare all’ufficio postale:

adv

MODULO PER DELEGARE QUALCUNO A RITIRARE LA CARTA

I beneficiari della Carta risparmio spesa 2023 che devono ritirare la PostePay con il contributo una tantum ma sono impossibilitati a muoversi e a recarsi presso un’ufficio di Poste Italiane (es. anziani, disabili ecc.) possono utilizzare il seguente modulo:

  • modulo delega al ritiro Carta Dedicata a Te (Pdf 90 Kb), utile per chi chiede a un terzo di ritirare la card al suo posto. A questo modulo va allegato il documento d’identità di entrambi (delegato e delegante). Questo stesso modulo si può usare anche per delegare una persona ad effettuare la sostituzione della carta.

RICEZIONE DEL PIN E MODULO PER DUPLICATO

Una volta richiesta la carta risparmio spesa presentando i documenti utili e moduli, si riceve il PIN per usarla. Il PIN può essere consegnato subito in quel momento in Posta, in busta sigillata, oppure presso il proprio domicilio in un secondo momento.

Se non ricevete la busta con il PIN, se l’avete danneggiata o se avete dimenticato il codice, potete chiederne il duplicato, con questo modulo (Pdf 13 Kb).

COME USARE LA CARTA SOLIDALE ACQUISTI

Il titolare o utilizzatore della Carta “Dedicata a Te” dovrà effettuare il primo pagamento entro il 15 settembre 2023, altrimenti perde il beneficio.​ La Carta viene consegnata già “carica” e attiva, contente 382,50 Euro.

L’uso della Postepay “Dedicata a te” è molto semplice:

  • a ogni Carta è associato un codice personale segreto, il PIN. Bisogna assicurarsi che rimanga segreto, non scrivetelo quindi sulla Carta e non conservatelo insieme ai documenti personali nel portafoglio o alla Carta stessa. Se non avete ricevuto la comunicazione con il PIN, potete chiederne il duplicato con questo modulo;

  • la Carta deve essere usata esclusivamente dal titolare o utilizzatore e non può essere ceduta o data in uso a terzi;

  • è possibile utilizzare la Carta solo nei negozi alimentari abilitati al circuito Mastercard e che possiedono i Codici merceologici e gli altri requisiti previsti dal Ministero, che vi illustriamo in questa guida;

  • l’utilizzo della Carta è gratuito, non si deve pagare alcuna commissione;​

  • sulla Carta è indicato il periodo di validità ma – come accennato – se dopo il suo rilascio non verrà eseguito un pagamento entro il 15 settembre 2023, la carta verrà resa inutilizzabile; ​

  • non è possibile prelevare contanti o ricaricare la Carta. Il suo uso è consentito solo negli ATM Postamat per controllare il saldo e la lista movimenti;​

  • per l’utilizzo della Carta presso i terminali POS e gli ATM Postamat è richiesta la digitazione del codice PIN. In tali casi il PIN costituisce l’esclusivo strumento di identificazione del Titolare della Carta. La Carta è dotata di tecnologia contactless e permette di pagare presso esercizi dotati di terminali POS abilitati alla suddetta tecnologia senza la digitazione del PIN per importi inferiori ai 50 euro;

  • non è consentito al titolare o utilizzatore, usare la carta all’estero, né
    effettuare acquisti online.

Per maggiori dettagli, vi consigliamo di leggere l’informativa sull’utilizzo della Carta Dedicata a Te (Pdf). Mettiamo a vostra disposizione anche l’elenco aggiornato dei negozi convenzionati con carta risparmio spesa

Se avete bisogno di assistenza da Poste Italiane, potete scrivere da questa pagina o recarvi in qualsiasi ufficio postale e chiedere informazioni.

adv

COSA FARE IN CASO DI SMARRIMENTO O FURTO DELLA CARTA

In caso di smarrimento o sottrazione della Carta risparmio spesa 2023, occorre che il titolare provveda a chiedere immediatamente il blocco della Carta stessa. Poste Italiane, nel suo vademecum, spiega che il blocco si può richiedere alternativamente:

  • telefonando dall’Italia al numero gratuito 800.210.170;

  • telefonando dall’estero al numero +39.06.4526.3322 (il costo della chiamata dall’estero è determinato in base al piano tariffario dell’operatore).

Il titolare o utilizzatore a questo punto:

  • dovrà fornire a PostePay gli elementi richiesti per procedere al blocco della Carta;

  • nel corso della telefonata, l’operatore comunicherà al titolare o utilizzatore il numero di blocco.

Occorre, altresì, che il cittadino denunci tempestivamente l’accaduto all’Autorità Giudiziaria o di Pubblica Sicurezza. Dopo il blocco della Carta il titolare o utilizzatore potrà effettuare, presso qualsiasi Ufficio Postale, compilando e sottoscrivendo l’apposito modulo, la richiesta di una nuova card.

Solo dopo la ricezione da parte di PostePay della denuncia presentata all’Autorità Giudiziaria o di Pubblica Sicurezza, l’Ufficio Postale, previa esibizione di un valido documento di riconoscimento, potrà consegnare una Carta sostitutiva sulla quale verrà trasferito l’eventuale saldo residuo disponibile.

Specifichiamo che si può richiedere presso gli Uffici Postali la sostituzione della Carta risparmio spesa con questo modulo, anche in caso di smagnetizzazione, deterioramento o difettoso funzionamento della stessa. In tali ipotesi si è tenuti a restituire la Carta. L’eventuale saldo residuo disponibile sarà trasferito sulla nuova Postepay.

DOVE RITIRARE LA CARTA “DEDICATA A TE”

È possibile ritirare la Carta Dedicata a Te recandosi in un qualunque ufficio postale. Vi consigliamo di cercare l’Ufficio Postale da questa pagina più vicino a voi o prenotare il ticket.

DOVE USARE LA CARTA RISPARMIO SPESA

La carta può essere usata presso tutti gli esercizi commerciali che vendono generi alimentari (supermercati, ipermercati ecc.), aderenti alla convenzione 15 giugno 2023 fatta tra il Ministero dell’Agricoltura e della Sovranità alimentare con FEDERDISTRIBUZIONE, ANCC COOP, FIDA CONFCOMMERCIO, FIESA-CONFESERCENTI, ANCD CONAD. Vi rimandiamo al nostro articolo con la lista aggiornata dei negozi convenzionati con carta risparmio spesa. Per maggiori dettagli su cosa si può comprare, vi consigliamo invece di leggere il nostro approfondimento.

LA GUIDA ALLA CARTA RISPARMIO SPESA

Vi consigliamo di leggere la guida aggiornata sulla Carta Risparmio Spesa in cui vi spieghiamo in modo dettagliato cos’è, come funziona, a chi spetta e come ottenerla. In questa pagina, invece, trovate i dettagli su come funziona la lista dei beneficiari della Carta solidale acquisti.

INTERESSANTI APPROFONDIMENTI CORRELATI

Per approfondire le novità sui concorsi vi consigliamo la lettura delle nostre guide su:

ALTRI AGGIORNAMENTI

In questo articolo invece vi spieghiamo come il Comune di Palermo ha deciso di gestire le comunicazioni per il ritiro. Potete consultare anche:

Invece, tra gli altri aiuti interessanti attivi per le famiglie vi invitiamo a leggere il nostro approfondimento sul Reddito alimentare e quello su come funziona e a chi spetta la Carta acquisti, mentre in questo articolo vi spieghiamo qual è la differenza con la carta “Dedicata a te”. Vi consigliamo la lettura del nostro articolo che spiega cos’è e come funziona la nuova carta di inclusione. Queste misure si aggiungono ai bonus famiglia 2023.

Per scoprire altre interessanti novità sugli aiuti alle famiglie e ai lavoratori, consultate questa sezione. Vi ricordiamo che è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

di Valeria C.
Giornalista, esperta di leggi, politica e lavoro pubblico.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

3 Commenti

Scrivi un commento
  1. Buongiorno, sto riscontrando un problema per il ritiro della carta spesa, ovvero poiché impossibilitato al ritiro di persona, mi sono avvalso del modulo delega, ma l’ufficio postale pretende i documenti in originale del delegante, purtroppo causa problemi familiari mi ritrovo all’estero e quindi impossibilitato a fornire i miei documenti in originale. Come devo fare per poterla ritirare. Grazie.

    • La persona a cui ha dato la delega può provare a fare presente il problema, generalmente basta avere una copia dei documenti (è così anche per il ritiro delle raccomandate).

    • Ma ci vuole l’isee o ti devono mandare il messaggio nn lo capisco come funziona se vado in posta con il mio codice loro vedranno se posso prenderla la carta della spesa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *