Contributo a fondo perduto bar e ristoranti comparto wedding: domanda 2022

Tutti i dettagli sul nuovo contributo a fondo perduto extra destinato a bar e ristoranti che operano nel settore dei matrimoni

ristorante

Disponibile un nuovo contributo a fondo perduto per bar e ristoranti. C’è tempo fino al 21 novembre 2022 per presentare le domande per la maggiorazione “Wedding HO.RE.CA.”, l’aiuto supplementare per coloro che hanno già ottenuto il cosiddetto “bonus matrimonio” e rispettano determinati requisiti.

L’importo esatto dell’agevolazione sarà determinato solo successivamente in base alle domande pervenute che, tra l’altro, devono contenere la dichiarazione relativa agli aiuti di Stato “de minimis” in cui si conferma di non superare la soglia di aiuti di Stato imposta dall’UE.

In questa guida vi spieghiamo come funziona il contributo a fondo perduto per bar e ristoranti 2022 per il wedding, a chi spetta esattamente e come richiederlo.

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO BAR, RISTORANTI WEDDING

Il contributo a fondo perduto per bar e ristoranti è un aiuto aggiuntivo agli operatori di catering del comparto “Wedding – HO.RE.CA.” che avevano già ricevuto il precedente bonus wedding o bonus matrimonio di cui vi parliamo in questo approfondimento. Ad istituire questo aiuto extra è stato il Decreto Recovery convertito in Legge che ha previsto un fondo con una dotazione di 10 milioni di euro. L’obiettivo è sostenerne la ripresa e la continuità in seguito soprattutto alle penalizzazioni subite dalle misure restrittive Covid.

Con il Provvedimento n. 406608 del 2 novembre 2022, l’Agenzia delle Entrate ha fissato le regole per chiedere il contributo aggiuntivo previsto dal Decreto Recovery stabilendo che è possibile presentare domanda dal 7 e il 21 novembre 2022. Insieme al provvedimento sono arrivati anche il modello di dichiarazione e le relative istruzioni per la compilazione. Vediamo insieme a chi spetta e come funziona.

A CHI SPETTA

Il contributo extra a fondo perduto introdotto per bar ristoranti del wedding spetta ai soggetti ai quali è stato riconosciuto il cosiddetto bonus matrimonio, intrattenimento e HO.RE.CA previsto dall’articolo 1-ter, comma 1, del Decreto Sostegni bis convertito in Legge. Si tratta dalle imprese che svolgono come attività prevalente, comunicata con modello AA7/AA9 all’Agenzia delle Entrate, una di quelle individuate da uno dei seguenti codici ATECO 2007:

  • 56.10 – Ristoranti e attività di ristorazione mobile;
  • 56.21 – Fornitura di pasti preparati (catering per eventi);
  • 56.30 – Bar e altri esercizi simili senza cucina.

Si tratta, in pratica, delle imprese già identificate dal Decreto 29 aprile 2022, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.155 del 05-07-2022.

REQUISITI

Ma attenzione, non tutti gli operatori precedentemente inclusi nel vecchio bonus wedding possono richiedere la tranche aggiuntiva, ma solo quelli che non hanno superato la soglia di aiuti di Stato prevista dall’UE. Infatti queste imprese, per ottenere la maggiorazione, devono dimostrare con apposita dichiarazione all’Agenzia delle Entrate di rispettare:

  • i limiti del Quadro Temporaneo Europeo degli aiuti di Stato relativi all’emergenza da Covid-19, ovvero il cosiddetto “Temporary framework”;

  • la soglia del limite triennale di aiuti di Stato previsto dal regime “de minimis” di cui al Regolamento n. 1407/2013/UE. Gli aiuti “de minimis” si riferiscono, infatti, agli aiuti di Stato di modesto importo, concessi ad imprese (società), che gli Stati membri dell’Unione non sono tenuti a notificare alla Commissione europea. L’importo massimo è pari a 200.000 euro per ciascuna impresa, nell’arco di un periodo di tre anni.

Se l’impresa ha superato il limite massimo triennale di aiuti “de minimis”, il contributo non potrà essere erogato.

A QUANTO AMMONTA IL CONTRIBUTO

Non è possibile quantificare a monte il valore del contributo extra a fondo perduto per bar e ristoranti. In base alle domande pervenute e ai risultati delle istruttorie, le somme saranno ripartite secondo le seguenti percentuali applicate sulle risorse totali pari a 10 milioni di euro. Ovvero:

  • 70% delle risorse sarà ripartito in egual misura tra tutte le imprese ammesse al beneficio. Tale ripartizione è indipendente dal valore dei ricavi del 2019;

  • 20%, in via aggiuntiva rispetto all’assegnazione di cui sopra, tra le imprese ammesse che presentano un ammontare dei ricavi del 2019 superiore a 100.000 euro;

  • il restante 10%, sempre in via aggiuntiva rispetto alle assegnazioni precedenti, tra le imprese ammesse con ricavi superiori a 300.000 euro.

Con il Provvedimento n. 406608 del 2 novembre 2022 l’AdE specifica che l’ammontare del contributo riconosciuto a ciascuna impresa è pari alla somma minore tra l’importo determinato a seguito della ripartizione e l’importo residuo di aiuti ancora fruibili, determinato sulla base dell’ammontare degli aiuti di Stato in regime “de minimis” indicato dal soggetto nella dichiarazione.

COME FUNZIONA IL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

Come accennato, il contributo a fondo perduto per bar e ristoranti si ottiene solo a fronte dell’invio della dichiarazione in merito al regime degli aiuti di Stato. L’AdE, verificati positivamente i presupposti, erogherà il contributo mediante accreditamento su conto corrente. La procedura è quella spiegata nel Provvedimento n. 406608 del 2 novembre 2022. Ossia:

  • dopo l’esecuzione di controlli preliminari, l’Agenzia rilascia a colui che ha trasmesso la dichiarazione la ricevuta di presa in carico ovvero di scarto motivato;

  • successivamente, esegue controlli più approfonditi, a cui fa seguire la determinazione del contributo spettante e l’esposizione dell’esito finale – di avvenuta erogazione o di scarto motivato – nella sezione “Contributi a fondo perduto” del portale “Fatture e corrispettivi” e il rilascio di una seconda ricevuta;

  • l’AdE determina l’importo del contributo spettante ad ogni beneficiario con tre fasi successive. Dapprima il 70% dei fondi viene ripartito su tutta la platea indipendentemente dalla fascia di ricavi 2019 indicata nell’istanza al precedente bonus matrimonio. Poi il 20% dei fondi viene ripartito tra i soli soggetti con ricavi 2019 superiori a 100.000 euro. Infine, il 10% dei fondi restanti viene ripartito tra i soli soggetti con ricavi 2019 superiori a 300.000 euro;

  • qualora il contributo spettante al beneficiario – esposto nell’area “Consultazione esito” del portale “Fatture e Corrispettivi” – fosse di importo superiore a 150.000 euro, per ottenerne l’erogazione il beneficiario dovrà presentare telematicamente la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà di regolarità antimafia. Tale documentazione va inviata via pec all’indirizzo [email protected] entro il 15 dicembre 2022.

COME RICHIEDERE IL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO BAR E RISTORANTI WEDDING

Per richiedere il contributo a fondo perduto bar e ristoranti aggiuntivo rispetto al bonus matrimonio, i soggetti in possesso dei requisiti devono inviare all’Agenzia delle Entrate, mediante procedura web accessibile al portale “Fatture e Corrispettivi” raggiungibile a questo indirizzo, una specifica dichiarazione redatta con questo modello.

Tale dichiarazione attesta l’ammontare degli aiuti di Stato nell’ambito del regime “de minimis” ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013 e successive modifiche ed integrazioni, la cui registrazione nel RNA (Registro nazionale aiuti) è avvenuta o avverrà nel triennio 2022-2024.

Naturalmente, se l’impresa ha superato il limite massimo triennale di aiuti “de minimis”, il contributo non potrà essere erogato. Le imprese potranno incaricare della presentazione della dichiarazione il proprio intermediario in possesso di delega al cassetto fiscale o di delega “Consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici”.

1) SCADENZA DOMANDE

La dichiarazione per ottenere il contributo può essere presentata tra il 7 e il 21 novembre 2022. In caso di bonus aggiuntivo del valore superiore a 150.000 euro, è necessario presentare autocertificazione antimafia entro il 15 dicembre 2022. Se l’impresa verifica di aver commesso un errore nella dichiarazione presentata, può sostituirla presentandone una nuova con dati corretti entro e non oltre il 21 novembre 2022.

2) ASSISTENZA ALLA DOMANDA

L’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione degli utenti aventi diritto le istruzioni per la compilazione del modello con cui è possibile richiedere il contributo extra a fondo perduto per bar e ristoranti.

RIFERIMENTI NORMATIVI E DI PRASSI

Testo Coordinato del Decreto Legge 6 novembre 2021, n. 152 (Decreto Recovery convertito in Legge);
Decreto 29 aprile 2022 (Pdf 99 Kb) pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.155 del 05-07-2022;
Provvedimento n. 406608 del 2 novembre 2022 (Pdf 479 Kb).

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo di leggere l’articolo di approfondimento sui contributi a fondo perduto disponibili nel 2022 e quello sui finanziamenti agevolati. Per scoprire tutti i nuovi aiuti, agevolazioni e bonus per le imprese potete visitare questa pagina. Continuate a seguirci per restare aggiornati inscrivendovi al nostro canale Telegram o alla nostra newsletter gratuita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti