Bonus benzina redditi bassi 2024: cos’è e come funziona

La guida su cos’è, come funziona, a chi spetta e quando arriva il bonus benzina per redditi bassi per aiutare le famiglie contro il caro carburante

distributore benzina, bonus, benzina
adv

Con il Decreto energia convertito in Legge è stato introdotto il bonus benzina redditi bassi 2024 del valore di 77,2 euro per tutelare le famiglie dal caro carburanti.

C’è da dire, però, che i fondi extra che sono stati ricaricati sulla social card dal 15 dicembre possono essere spesi anche per comprare i beni di prima necessità già previsti dalla Carta risparmio spesa o abbonamenti al trasporto pubblico locale.

Il nuovo sostegno per arginare il rialzo dei prezzi della benzina è dedicato alle famiglie con ISEE non superiore a 15.000 euro annui.

In questa guida chiara e dettagliata vi spieghiamo chi ha diritto al bonus benzina 2024, come funziona e quando entra in vigore.

COS’È IL BONUS BENZINA REDDITI BASSI 2024

Il bonus benzina redditi bassi è un contributo una tantum per le famiglie con un reddito non superiore a 15.000 euro annui. L’aiuto economico è una delle proposte che il Governo ha introdotto contro il caro benzina. Viene anche chiamato “bonus benzina 77 euro” o “buono benzina famiglie”.

Accantonata l’ipotesi di un nuovo taglio delle accise benzina, che è stato applicato fino al termine del 2022 dal Governo, il Decreto energia 2023 convertito in Legge ha istituito la misura per chi è già beneficiario della Carta risparmio spesa. Inoltre, il bonus è disciplinato con il Decreto interministeriale di MASAF-MIMIT-MEF del 29 novembre 2023 ed è stato spiegato nel Messaggio INPS n.4470 del 14-12-2023.

I 77,20 euro extra che sono stati ricaricati sulla social card dal 15 dicembre 2023 in automatico e senza obbligo di domande online (o in altri modi) possono essere spesi anche per comprare i beni di prima necessità già previsti dalla Carta risparmio spesa o abbonamenti al trasporto pubblico locale.

Vediamo quando arriva, chi ha diritto al buono benzina e come funziona.

QUANDO ARRIVA IL BONUS BENZINA REDDITI BASSI

Dal 15 dicembre 2023 è arrivato il bonus benzina redditi bassi. La somma potrà essere spesa entro il 15 marzo 2024, ma la card va attivata – per chi non lo avesse ancora fatto con la spesa – entro il 31 gennaio 2024. I dettagli ve li spieghiamo in questo approfondimento. La misura permette ai beneficiari di affrontare il problema del costo elevato della benzina che sta raggiungendo vette altissime.

Come si legge in questa pagina, infatti, stando alle ultime rilevazioni, i costi di benzina e gasolio sono poco al di sopra della quota di 1,7 euro al litro. Il GPL è al 719 euro ogni mille litri.

adv

A CHI SPETTA

Chi ha diritto al bonus benzina 2024? Il bonus benzina che il Governo ha istituito spetta ai nuclei familiari con redditi più bassi già beneficiari della Carta risparmio spesa.

Ci riferiamo cioè, alle famiglie con un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) che non supera i 15.000 euro. Questi beneficiari sono stati selezionati in base a criteri di priorità che tengono conto del numero di membri del nucleo familiare, della presenza di figli e delle loro età. In questo modo, sono interessate le circa 1,3 milioni di famiglie che sono già in possesso della social card denominata “Dedicata a te”.

CHI RESTA ESCLUSO DAL BONUS

Alcune famiglie sono automaticamente escluse dal bonus benzina, poiché la loro situazione è già incompatibile con la Carta Risparmio Spesa. In particolare, il sostegno per affrontare i costi dei carburanti non è disponibile per i nuclei familiari che sono titolari di:



  • qualsiasi altra misura di inclusione sociale o sostegno alla povertà.

Inoltre, non possono essere beneficiari dei buoni, i nuclei familiari nei quali almeno un componente sia percettore di:


  • Indennità di mobilità;

  • Fondi di solidarietà per l’integrazione del reddito;

  • Cassa integrazione guadagni – CIG;

  • qualsivoglia differente forma di integrazione salariale, o di sostegno nel caso di disoccupazione involontaria, erogata dallo Stato.

Scopriamo insieme come usare la Carta risparmio spesa con i fondi del bonus benzina 77 euro in aggiunta.

COME FUNZIONA IL BONUS BENZINA REDDITI BASSI

Il bonus benzina redditi bassi è in erogazione dal 15 dicembre 2023 in maniera automatica sulla stessa card elettronica della Carta risparmio spesa, che è stata distribuita in estate ai beneficiari mediante Poste Italiane.

Per chi non lo avesse già fatto entro il 15 settembre (prima scadenza), la carta dovrà essere attivata nel periodo compreso tra il 15 dicembre 2023 e il 31 gennaio 2024. I fondi della carta devono essere usati entro il 15 marzo 2024, come previsto dal Decreto interministeriale di MASAF-MIMIT-MEF del 29 novembre 2023 e spiegato dal Messaggio INPS n.4470 del 14-12-2023.

adv

RICHIESTA ONLINE BONUS BENZINA REDDITI BASSI

Il Decreto energia 2023 convertito in Legge e il Decreto MASAF-MIMIT-MEF del 29 novembre 2023 hanno specificato che non bisogna fare richiesta online per ottenere il bonus benzina redditi bassi. Né in alcun modo. La somma per sostenere le spese di carburante, di abbonamenti TPL o spesa, arriva dal 15 dicembre 2023 a ogni famiglia già beneficiaria della social card “Dedicata a te” in automatico. Ricordatevi di attivare la carta entro il 31 gennaio 2024 o il credito sarà bloccato e poi azzerato.

A QUANTO AMMONTA IL BONUS BENZINA REDDITI BASSI

Il bonus carburanti per redditi bassi ha un valore pari a 77,2 euro. L’importo preciso del buono benzina è stato calcolato in base alla risorse che sono pari a 100 milioni di euro, a fronte dei 1,3 milioni di beneficiari della card.

LE RISORSE

Per il bonus benzina, il Governo nel Decreto energia 2023 convertito ha stanziato 100 milioni di euro che si aggiungono ai 500 milioni già stanziati per la Carta risparmio spesa. La Legge di Bilancio 2024 ha rifinanziato la misura nel 2024 con la stessa cifra.

IL BONUS BENZINA E LO STOP AL BONUS TRASPORTI

Il bonus benzina redditi bassi – che rientra tra i cosiddetti “bonus contro il caro vita“, ovvero aiuti, contributi o agevolazioni concessi a cittadini e famiglie per affrontare i rincari registrati nell’ultimo anno – ha mandato in pensione il bonus trasporti. Come spieghiamo in questa guida, nella Legge di Bilancio 2024 non compare la proroga della misura destinata alle famiglie con reddito non superiore a 20.000 euro.

Restano nel 2024, però, altri bonus contro il caro vita. Tra questi vi sono il bonus sociale elettrico o il Reddito Alimentare. nfine, vale la pena ricordare che nel 2024 è disponibile ancora il bonus benzina da 200 euro per i lavoratori dipendenti privati per far fronte al rialzo del prezzo dei carburanti.

RIFERIMENTI NORMATIVI

INTERESSANTI APPROFONDIMENTI CORRELATI

Per approfondire le novità sul tema, considerando che la carta che si usa per il bonus benzina 77 euro è di fatto quella già valida per la spesa, per  vi consigliamo la lettura delle nostre guide su:

ALTRI AIUTI, APPROFONDIMENTI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo di leggere l’approfondimento su tutti i bonus famiglia 2024, tra agevolazioni, sgravi, permessi e contributi. Da leggere anche la su tutti i bonus casa 2024, e quello sui bonus 2024 confermati e prorogati.

Se volete, invece, sapere tutte le agevolazioni disponibili per lavoratori e famiglie, e quelle in arrivo, visitate la nostra pagina dedicata agli aiuti alle persone.

Iscrivetevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e restare informati sulle novità, e al nostro canale Telegram per avere le notizie in anteprima.  È anche possibile restare aggiornati anche seguendo il nostro canale di Whatsapp.

di Valeria C.
Giornalista, esperta di leggi, politica e lavoro pubblico.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *