Incentivi assunzioni neo mamme 2024: quali sono e come funzionano

La guida a quali sono gli incentivi per le assunzioni di mamme nel 2024, a chi spettano e come funzionano

genitorialità, genitori, incinta, mamma, papà
adv

Arrivano i nuovi incentivi per le assunzioni di neo mamme nel 2024, disposti con la Legge di Bilancio 2024.

Si tratta di agevolazioni per le assunzioni di mamme dedicate alle aziende, nonché sgravi e aiuti inseriti all’interno del cosiddetto “pacchetto famiglia“, validi dal 1° gennaio.

In questa guida vi spieghiamo quali sono gli incentivi per le assunzioni di neo mamme nel 2024.

NOVITÀ INCENTIVI ASSUNZIONI NEO MAMME 2024

Nella Manovra 2024 vi sono una serie di incentivi e agevolazioni per le assunzioni di madri. Oltre a misure per le famiglie come il bonus asilo nido potenziato che vi spieghiamo in questa guida e il bonus più assumi meno paghi 2024, ovviamente aperto anche alle donne, vi sono misure specifiche per le “quote rosa” e le mamme.

Vediamo a chi spettano i nuovi incentivi per chi assume donne, madri o neo mamme e spieghiamo anche chi può richiedere il bonus Donna, nonché quali agevolazioni ci sono per le assunzioni secondo le linee guida della Legge di Bilancio 2024.

QUALI SONO GLI INCENTIVI ASSUNZIONI MAMME 2024

Nel contesto della Legge di Bilancio 2024, in vigore dal 1° gennaio, sono previste alcune agevolazioni per le assunzioni di mamme e di donne. Altre invece, sono state confermate già dallo scorso anno. Quali sono le agevolazioni per chi assume? Vediamo i dettagli.

adv

1) SGRAVIO CONTRIBUTIVO MAMME 2024

Lo sgravio contributivo mamme 2024 è un’agevolazione pensata specificamente per favorire le donne che lavorano e hanno almeno 2 figli. Tale agevolazione prevede che:

  • per chi ha due figli i contributi previdenziali sono azzerati fino al momento in cui il secondo figlio compie 10 anni;

  • per chi ha tre o più figli i contributi previdenziali sono azzerati fino al momento in cui il terzo figlio compie 18 anni.

Questa misura è valida entro i 3.000 euro annui. Per i dettagli operativi delle misure occorre attendere la pubblicazione delle indicazioni INPS, su cui vi aggiorneremo.

2) ESONERO CONTRIBUTIVO PER LE ASSUNZIONI DI DONNE CON FIGLI

Dal 1° gennaio è valido l’esonero contributivo per le assunzioni di neo mamme, o meglio, donne con figli. La norma prevede per le aziende che assumono a tempo indeterminato donne con figli uno sgravio contributivo speciale pari al 130% (invece che il 120% destinato a tutti gli altri lavoratori con la misura bonus più assumi meno paghi 2024) che è riservato anche ad altre categorie come disabili, percettori di ADI o altri sostegni, giovani.

Come funziona il bonus assunzioni? La misura si realizza facendo contabilizzare alle aziende un costo del lavoro più alto appunto del 20 o 30% rispetto all’ordinario. L’esonero è stato inserito nella riforma IRPEF 2024 della riforma fiscale 2024, collegata alla Legge di Bilancio 2024. Si chiama anche bonus nuove assunzioni 2024.

3) AGEVOLAZIONI ASSUNZIONI DONNE

A proposito di incentivi per le donne, tra cui anche neo mamme, vi sono delle agevolazioni per le assunzioni di donne valide anche per il 2024. C’è per esempio la misura di decontribuzione al 100% che vale per le lavoratrici che rientrano nella categoria “donne svantaggiate”. Si applica anche per le assunzioni di donne che lavorano in una professione o in un settore economico caratterizzati da un’accentuata disparità occupazionale di genere. Tutte le informazioni sono in questa pagina.

adv

QUANDO ARRIVANO GLI INCENTIVI DONNE

I nuovi incentivi 2024 per le assunzioni di donne e neo mamme sono disponibili a partire dal 1° gennaio 2024. Si attende, per il via ufficiale, solo l’indicazione INPS su cui vi aggiorneremo.

CHE BONUS CI SONO PER LE NEO MAMME NEL 2024

Per approfondire, mettiamo a vostra disposizione la guida ai bonus mamme 2024 aggiornata con l’elenco completo di tutte le forme di agevolazioni e sussidi che aiutano le donne con figli.

Oltre ai bonus assunzioni per donne e mamme nel 2024 sono inoltre attivi diversi bonus figli, ovvero aiuti per le donne che hanno dei bambini. Tra questi, vale la pena citare l’aiuto rivolto proprio alle neo mamme, che è il bonus cicogna o l’Assegno Unico Universale Figli.

Poi, nella Legge di Bilancio sono state previste ulteriori misure a favore di lavoratori e lavoratici con figli. Insieme agli incentivi per le assunzioni sono stati designati già aiuti concreti, come il congedo parentale, che prevede l’aggiunta di un mese indennizzato all’80%.

Inoltre, è importante notare che la Legge di Bilancio prevede la conferma dei Fringe Benefit potenziati per i lavoratori con figli, ma con una soglia di 2000 euro. Da non dimenticare anche che le donne vittime di violenza possono richiedere il reddito di libertà come sostegno economico.

Si tratta di misure previste nel pacchetto famiglia che prevedono degli aiuti per chi vuole avere dei figli e per sostenere i nuclei familiari numerosi.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Per conoscere altri aiuti, vi consigliamo di leggere l’approfondimento su tutti gli incentivi alle assunzioni disponibili in Italia nel 2024, che viene costantemente aggiornato. Interessante anche il nostro approfondimento sulla proposta di legge al vaglio del governo, per inserire le donne vittime di violenza tra le categorie protette.

Potrebbe tornarvi utili anche approfondire come funziona il bonus mamme nella pubblica amministrazione e il bonus mamme disoccupate attive nel 2024.

Infine, vi consigliamo la lettura del del bonus lavoratrici madri con tre o più figli nel 2024.

Per scoprire altri aiuti, agevolazioni e bonus per disoccupati, persone e famiglie potete visitare questa pagina.

Iscrivetevi alla nostra newsletter gratuita per restare aggiornati e al nostro canale Telegram per avere le notizie in anteprima. È anche possibile restare aggiornati anche seguendo il nostro canale di Whatsapp.

di Valeria C.
Giornalista, esperta di leggi, politica e lavoro pubblico.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *