Domanda APE sociale lavori gravosi per riconoscimento requisiti nel 2024

Tutti i dettagli su come presentare domanda di riconoscimento del requisito “lavoratore gravoso” 2024, per ottenere l’APE sociale nel 2023

pensione
adv

I soggetti che hanno svolto lavori particolarmente faticosi e pesanti e vogliono richiedere l’Ape sociale nel 2025 possono presentare domanda di riconoscimento dei requisiti entro il 1° maggio 2024.

INPS ha fornito le istruzioni per l’accesso al pensionamento anticipato il prossimo anno per questi lavoratori. La domanda può essere presentata anche dai lavoratori dipendenti del settore privato che hanno svolto lavori particolarmente faticosi e pesanti e che raggiungono il diritto alla pensione con il cumulo della contribuzione versata in una delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi.

In questo articolo vi i spieghiamo come effettuare la domanda di APE Sociale per riconoscere i requisiti per lavori gravosi e le scadenze da rispettare nel 2024.

DOMANDA APE SOCIALE LAVORI GRAVOSI 2024 2025

Come si fa la domanda per l’ape sociale? Quando si può fare domanda per Ape sociale 2024? I lavoratori interessati ad accedere all’APE sociale 2024, possono presentare domanda di riconoscimento dei requisiti entro il 31 marzo, 15 luglio non oltre il 30 novembre 2024 se maturano i requisiti nell’anno in corso. Dopo questa data, si può comunque presentare domanda ma con riserva, con modalità e tempi che vi specifichiamo più avanti.

Invece, nel caso di lavoratori impiegati in attività gravose, qualora questi maturino le condizioni per l’accesso al pensionamento speciale tra il 1° gennaio 2025 e il 31 dicembre 2025, il termine ultimo per presentare la domanda è il 1° maggio 2024. 

Nel Messaggio n. 812 del 23-02-2024 sono contenute le indicazioni INPS per la presentazione delle domande di APE Sociale per il riconoscimento dello svolgimento di lavori particolarmente faticosi e pesanti.

Ma vediamo tutti i dettagli.

COME PRESENTARE DOMANDA APE SOCIALE PER RICONOSCIMENTO LAVORI GRAVOSI

La domanda di riconoscimento per i lavori gravosi finalizzata a ottenere l’APE Sociale nel 2025 può essere presentata telematicamente sul sito INPS raggiungibile a questo indirizzo entro il 1° maggio 2024 per coloro che perfezionano i requisiti (per lavori gravosi) dal 1° gennaio 2025 al 31 dicembre 2025. Entro il 31 marzo, 15 luglio non oltre il 30 novembre 204  invece per coloro che maturano i requisiti nell’anno in corso. Chi non rispetta queste scadenze può comunque presentare richiesta, l’unica differenza è che, in caso di esaurimento fondi, hanno la precedenza coloro i quali l’hanno presentata entro i termini.

Per l’invio della domanda va fatto l’accesso al sito INPS autenticandosi con SPID, CIE o CNS.

In alternativa, per presentare domanda, è possibile utilizzare i seguenti canali:

  • tramite il contact center INPS al numero verde 803164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06164164 (da rete mobile a pagamento in base alla tariffa applicata dai diversi gestori);

  • rivolgendosi ad un patronato o CAF che offrono assistenza nella presentazione della domanda.

In tutti i casi la domanda per l’APE Sociale lavori gravosi deve essere corredata dal modulo “AP45”  (PDF 153 Kb) e dalla documentazione indicata nella tabella A allegata al Decreto interministeriale del 20 settembre 2017.

Inoltre, come stabilito dal Messaggio n. 812 del 23-02-2024, con riferimento ai lavoratori del settore privato, qualora dalla documentazione non risulti inequivocabilmente lo svolgimento dell’attività faticosa e pesante, ai fini del riconoscimento del beneficio, è possibile produrre ogni ulteriore documentazione equipollente, contenente elementi utili e probanti l’attività svolta. L’intera documentazione da analizzare deve risalire all’epoca in cui sono state svolte le attività particolarmente faticose e pesanti e la stessa non può, pertanto, essere sostituita da dichiarazioni del datore di lavoro rilasciate “ora per allora”.

adv

GLI STEP SUCCESSIVI ALLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Con il Messaggio n. 812 del 23-02-2024 l’INPS specifica che successivamente alla richiesta lo stesso Istituto comunica al lavoratore interessato i seguenti esiti:

  • l’accoglimento della domanda, con indicazione della prima decorrenza utile del trattamento pensionistico, qualora sia accertato il possesso dei requisiti relativi allo svolgimento delle lavorazioni particolarmente faticose e pesanti e sia verificata la sussistenza della relativa copertura finanziaria;

  • l’accertamento del possesso dei requisiti relativi allo svolgimento delle lavorazioni particolarmente faticose e pesanti, con differimento della decorrenza del trattamento pensionistico in ragione dell’insufficiente copertura finanziaria. In tale caso, la prima data utile per l’accesso al pensionamento viene indicata, con successiva comunicazione, in esito al monitoraggio;

  • il rigetto della domanda, qualora sia accertato il mancato possesso dei requisiti relativi allo svolgimento delle lavorazioni particolarmente faticose e pesanti.

Agli interessati, che presentano domanda entro il 1° maggio 2024 e che perfezionano i prescritti requisiti dal 1° gennaio 2025 al 31 dicembre 2025, l’Istituto comunicherà l’accoglimento della domanda con riserva, in quanto l’efficacia del provvedimento è subordinata all’accertamento dell’effettivo perfezionamento dei requisiti entro il 31 dicembre 2025.

CHI DEVE PRESENTARE DOMANDA

Nel Messaggio n. 812 del 23-02-2024 l’INPS indica quali sono i beneficiari dell’anticipo pensionistico con APE sociale che, nel periodo 2024 2025, possono richiedere il riconoscimento delle attività di lavoro gravose svolte e, quindi, accedere alla misura.

Nel dettaglio, tra questi rientrano:

  • i lavoratori impegnati in mansioni particolarmente usuranti, addetti alla cosiddetta “linea catena”, ma anche i conducenti di veicoli adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo. Questa categorie di lavoratori sono destinatarie del beneficio se maturano i requisiti Ape Sociale dal 1° gennaio 2025 al 31 dicembre 2025;

  • lavoratori notturni a turni occupati per un numero di giorni lavorativi pari o superiori a 78 all’anno. I lavoratori appartenenti a tale categoria, che maturano i requisiti dal 1° gennaio 2025 al 31 dicembre 2025, possono conseguire il trattamento pensionistico ove in possesso dei requisiti generali previsti per i lavoratori impegnati in mansioni particolarmente faticose e pesanti;

  • lavoratori notturni occupati per un numero di giorni lavorativi da 64 a 71 all’anno e i lavoratori notturni che prestano attività per periodi di durata pari all’intero anno lavorativi. I lavoratori appartenenti a tali categorie possono accedere all’Ape Sociale se maturano dal 1° gennaio 2025 al 31 dicembre 2025 i requisiti generali previsti per i lavoratori impegnati in mansioni particolarmente faticose e pesanti;

  • lavoratori occupati per un numero di giorni lavorativi da 72 a 77 all’anno. I lavoratori appartenenti a tale categoria se maturano i requisiti dal 1° gennaio 2025 al 31 dicembre 2025, possono conseguire l’anticipo pensionistico con Ape Sociale.

DIFFERIMENTO E DECORRENZA DOMANDA OLTRE SCADENZA

Come stabilito da INPS nel Messaggio n. 812 del 23-02-2024, la presentazione della domanda di riconoscimento del beneficio oltre il termine del 1° maggio 2024 comporta, in caso di accertamento positivo dei requisiti, il differimento della decorrenza del trattamento pensionistico anticipato pari a:

  • un mese, per un ritardo della presentazione inferiore o pari a un mese;
  • due mesi, per un ritardo della presentazione superiore a un mese e inferiore a tre mesi
  • tre mesi, per un ritardo della presentazione pari o superiore a tre mesi.

Con riferimento al personale del comparto scuola e Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM), il differimento mensile  non trova applicazione e il trattamento pensionistico anticipato non può avere decorrenza anteriore rispettivamente al 1° settembre e al 1° novembre dell’anno di maturazione dei requisiti, sempre che alle date in argomento gli interessati risultino in possesso dei prescritti requisiti. Per i predetti soggetti, la presentazione della domanda di riconoscimento del beneficio oltre il termine del 1° maggio 2024 comporta, in caso di accertamento positivo dei requisiti, il differimento della decorrenza della pensione al 1° settembre e al 1° novembre dell’anno successivo a quello di maturazione dei requisiti.

adv

SCADENZE APE SOCIALE

Oltre la procedura che vi abbiamo illustrato per chi chiede l’APE Sociale in caso di lavori gravosi, ci sono altre scadenze fissate dal Decreto Lavoro convertito in Legge per la richiesta di riconoscimento delle altre condizioni per accedere al beneficio. Ovvero, la domanda va inviata:

  • entro il 31 marzo 2024 (istanza tempestiva);
  • entro il 15 luglio 2024 (istanza intermedia).
  • non oltre il 30 novembre 2024, ma in questo caso le domande sono prese in considerazione solamente se ci sono disponibili le risorse finanziarie.

LA GUIDA SU APE SOCIALE 2023

Per ogni dettaglio mettiamo a disposizione la nostra guida, continuamente aggiornata, dedicata all’APE Sociale 2023 in cui spieghiamo nel dettaglio cos’è e come funziona questo strumento di flessibilità in uscita.

RIFERIMENTI NORMATIVI E DI PRASSI

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo il nostro approfondimento che fa il punto su tutte le novità riguardo le pensioni 2024, tra cui la nuova Ape sociale donna 2024 e le modalità di pensionamento anticipato nel 2024.

A vostra disposizione anche le nostre guide su riforma pensioni 2024 e sull’aumento pensioni nel 2024. Vi consigliamo di consultare anche tabelle e requisiti per le pensioni 2024, approvate dall’INPS e l’approfondimento su come funziona invece la pensione anticipata flessibile.

Da leggere anche l’approfondimento su Opzione donna, pensione Quota 103 o sul riscatto contributi pensione nel 2024 e il nostro articolo con focus su età pensionabile per donne e uomini nel 2024 e le novità 2025.

Per scoprire altre interessanti novità sulle pensioni vi invitiamo a visitare questa pagina.

Per restare aggiornati su tutte le novità è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram. È anche possibile restare aggiornati seguendo il nostro canale Whatsapp e il nostro canale TikTok @ticonsigliounlavoro.

di Valeria C.
Giornalista, esperta di leggi, politica e lavoro pubblico.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *