Assegno unico universale disabili: aumenti e arretrati da marzo 2022

In arrivo un contributo più ricco per i beneficiari dell’assegno unico universale che abbiano figli disabili in famiglia

disabili, categorie protette

Attesi conguagli sull’assegno unico universale in caso di figli disabili a fronte degli incrementi previsti, per questa categoria di beneficiari, dal Decreto Semplificazioni Fisco.

Per chi riceve la prestazione dal 1° marzo 2022 le somme extra per i figli con disabilità verranno riconosciute a conguaglio sui prossimi assegni, mentre per le domande presentate dal 1° luglio 2022 l’importo è già adeguato alle maggiorazioni.

In questo articolo vi diamo tutte le informazioni utili sugli aumenti INPS sull’assegno unico universale per figli disabili e vi spieghiamo quando e, soprattutto, come vengono riconosciuti.

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE FIGLI DISABILI 2022

Il Decreto Semplificazioni Fisco ha cambiato gli importi del nuovo Assegno Unico Universale figli operativo dl 1° marzo 2022. Più precisamente la rivisitazione, che sarà in vigore solo fino al 28 febbraio 2023, riguarda il calcolo della prestazione in caso di figli disabili minorenni o maggiorenni, come vi spieghiamo in questo approfondimento. In realtà, rispetto all’assegno “classico” quello per famiglie con figli disabili ha già normalmente una serie di agevolazioni extra che il Parlamento ha deciso di potenziare, in via temporanea, per permettere alle famiglie più bisognose di adeguarsi alla nuova misura.

Con il Comunicato Stampa del 3 ottobre 2022 l’INPS ha annunciato che sta provvedendo a riconoscere questi incrementi a conguaglio per i beneficiari che ricevono l’assegno dal 1° marzo e a pagamento diretto per coloro che hanno fatto domanda dal 1° luglio. Questo perché, si ribadisce, il Decreto Semplificazioni Fisco è entrato in vigore il 21 giugno 2022, ma l’AUU era già attivo dal 1° marzo e le novità devono quindi essere applicate retroattivamente.

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE, LE MAGGIORAZIONI FIGLI DISABILI

Ma quanto spetta esattamente in più alle famiglie con figli affetti da disabilità? In sostanza, come specifica l’INPS nel Comunicato Stampa del 3 ottobre 2022, le maggiorazioni sono le seguenti:

  • dal 1° marzo 2022 e fino al 28 febbraio 2023 l’ INPS riconosce un importo pari a 175 euro mensili per l’assegno unico e universale ai nuclei familiari con figli con disabilità. Tale importo, sempre limitatamente all’annualità 2022, è maggiorato, per ciascun figlio con disabilità fino al compimento di 21 anni di età, di una quota, determinato in base alla condizione di disabilità come definita ai fini ISEE, pari nel massimo a 105 euro mensili;

  • sempre per l’annualità 2022, l’importo della maggiorazione transitoria dovuto ai nuclei familiari con almeno un figlio a carico con disabilità e con un ISEE non superiore a 25.000 euro (a condizione dell’effettiva percezione nel 2021 di assegni al nucleo familiare), viene incrementato di 120 euro mensili.

Per ogni ulteriore dettaglio sulle maggiorazioni dell’AUU in caso di figli disabili vi consigliamo comunque di leggere la nostra guida dedicata.

COME VENGONO RICONOSCIUTE LE MAGGIORAZIONI

I nuovi importi stabiliti dal Decreto Semplificazioni Fisco e confermati operativamente dall’INPS con il Messaggio n° 3518 del 27-09-2022 arrivano sotto forma di arretrati per gli aventi diritto dal 1° marzo 2022 e fino al 28 febbraio 2023. Nella nota stampa del 3 ottobre 2022, l’INPS ha specificato che le somme in più vengono accreditate in questo modo:

  • per le domande di assegno unico universale disabili presentate entro il 30 giugno, l’adeguamento degli importi sarà conguagliato retroattivamente a partire dall’assegno di marzo 2022 e riconosciuto per il periodo dal 1° marzo 2022 a 28 febbraio 2023. Ciò vuol dire che i cittadini che hanno presentato domanda entro il 30 giugno riceveranno nella prima erogazione utile, la quota extra per ogni mese interessato, a partire da marzo 2022;

  • relativamente alle domande presentate dal 1° luglio 2022, il pagamento dell’assegno è già adeguato ai nuovi importi. Non saranno dunque previsti dei conguagli in quanto la cifra dell’AUU disabili già integra gli aumenti previsti dal Decreto Semplificazioni Fisco.

ASSEGNO UNICO UNIVERSALE DISABILI, COSA ACCADRÀ DAL 1° MARZO 2023

si ricorda, poi, che a partire dal 1° marzo 2023 torneranno le regole “classiche” dell’assegno unico figli che vi spieghiamo in questa guida. Ovvero:

  • in presenza di figli disabili minorenni l’assegno base sarà incrementato da una quota fissa, cioè non dipendente dall’ISEE pari a 105 euro per i disabili non autosufficienti, 95 euro per la disabilità grave, come da Legge 104 del 1992, 85 euro per la disabilità di media gravità;

  • per i figli maggiorenni disabili (almeno di grado medio) sotto i 21 anni, l’assegno unico sarà riconosciuto con una maggiorazione fissa di 80 euro, indipendente dal grado di disabilità e fino al 21° anno di età;

  • nel caso in cui il figlio disabile abbia compiuto 21 anni, sarà previsto un assegno unico (senza ulteriori maggiorazioni) che varia, in base all’ISEE del nucleo familiare, da un massimo di 85 euro a un minimo di 25 euro mensili. In questo caso, però, resta ferma la possibilità della famiglia di cumulare l’assegno unico con la detrazione per familiari a carico (articolo 12 del TUIR).

LA GUIDA ASSEGNO UNICO FIGLI 2022

Mettiamo a disposizione la nostra guida continuamente aggiornata sull’Assegno Unico Universale in cui spieghiamo come funziona nel dettaglio questa misura a sostegno delle famiglie italiane.

ALTRE GUIDE E APPROFONDIMENTI

Vi consigliamo di leggere anche gli approfondimenti specifici sull’Assegno Unico Universale, quali:

Per conoscere altri aiuti e agevolazioni disponibili per famiglie e lavoratori potete visitare la nostra sezione dedicata agli aiuti alle persone. Se volete restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti