Bando Innovaturismo Lombardia 2022: come funziona e domanda

Tutti i dettagli sui contributi a fondo perduto concessi agli operatori turistici lombardi che sviluppano idee innovative per il settore

Regione Lombardia
Photo credit: BalazsSebok / Shutterstock.com

Al via il Bando Innovaturismo 2022 della Regione Lombardia. A disposizione un contributo a fondo perduto a copertura delle spese per progetti innovativi di promozione e sviluppo turistico.

L’aiuto arriva al 60% dei costi sostenuti entro un massimo di 60.000 euro ed è destinato alle micro, piccole e medie imprese del turismo in forma singola o associata.

In questa guida vi spieghiamo cosa prevede il Bando Innovaturismo 2022 della Lombardia, a chi si rivolge esattamente, come funziona e come presentare domanda.

BANDO INNOVATURISMO LOMBARDIA 2022, COSA PREVEDE

Il bando Innovaturismo 2022 mette a disposizione un contributo a fondo perduto per imprese operanti nei settore turistico con sede operativa o un’unità locale in territorio lombardo. L’agevolazione, che può arrivare a coprire il 60% della spesa sostenuta, non può superare i 60.000 euro per ciascun beneficiario. Per accedere al contributo, poi, le imprese devono presentare progetti volti al miglioramento dell’esperienza turistica dal punto di vista della sicurezza e dei servizi offerti. Per finanziare il Bando Innovaturismo 2022, gestito da Unioncamere Lombardia, sono stati stanziati 370.000 euro in totale suddivisi tra le diverse camere di commercio della Lombardia.

A CHI SPETTA IL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

I beneficiari degli aiuti previsti dal Bando Innovaturismo 2022 sono i seguenti soggetti:

  • Singole Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) aventi sede legale o operativa in Lombardia, in regola con il pagamento del diritto annuale, attivi e operanti nei settori del turismo, commercio, dei pubblici esercizi (bar e ristoranti), degli alloggi, dell’artigianato, dei servizi, delle attività artistiche e culturali, dell’istruzione e dello sport;

  • Partenariati costituiti da almeno:
  1. 3 Micro, Piccole e Medie Imprese così come descritte al punto precedente che non abbiano assetti proprietari coincidenti;
  2. 1 Associazione o Consorzio (che non sia impresa, altrimenti ricade nelle MPMI).

REQUISITI DEI BENEFICIARI

I beneficiari del contributo, oltre a rispondere alle caratteristiche sopra riportate, al momento della domanda e sino all’erogazione del contributo, devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere la sede legale o operativa oggetto dell’intervento per cui si chiede l’agevolazione iscritta e attiva al Registro Imprese delle Camere di Commercio della Lombardia (ed essere in regola con il pagamento del diritto camerale);
  • essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori come attestato dal DURC on line;
  • avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione e dalle nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia);
  • non avere forniture in essere con la Camera di Commercio lombarda oggetto dell’intervento;
  • non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi situazione equivalente secondo la normativa statale vigente.

Per quanto riguarda i partenariati, la non ammissibilità di uno o più dei partner comporterà la non ammissibilità della domanda al Bando da parte del singolo. Escluso anche tutto il partenariato in caso di mancato rispetto dei requisiti minimi previsti per il medesimo (3 imprese e 1 Associazione o Consorzio che non siano impresa).

A QUANTO AMMONTA IL CONTRIBUTO

Il contributo a fondo perduto concesso dal Bando Innovaturismo viene parametrato alle sole spese ammissibili al netto di IVA (tranne nei casi in cui la stessa non sia in alcun modo recuperabile) in misura pari al 60% nel limite massimo di 60.000,00 euro. Più precisamente, gli importi sono così stabiliti:

  • per i progetti presentati in forma singola, il contributo a fondo perduto copre il 60% della spesa fino a 60.000 euro a fronte di un investimento minimo di 10.000 euro;

  • per i progetti presentati in partenariati composti da almeno 3 imprese, il contributo a fondo perduto copre il 60% fino a 60.000 euro a fronte di un investimento minimo di 25.000 euro. Concorrono al conteggio solo le spese sostenute dalle imprese e ciascuna impresa appartenente al partenariato deve sostenere un investimento minimo di 2.500,00 euro all’interno del progetto.

PROGETTI FINANZIABILI

Sono finanziabili progetti innovativi di promozione e/o di sviluppo turistico che riguardino i seguenti ambiti:

  • soluzioni che dimostrino la capacità di migliorare la fruizione delle esperienze turistiche e del patrimonio culturale e che possano diversificare, ramificare, valorizzare e rendere accessibile, anche attraverso il digitale, l’offerta turistica;

  • soluzioni che dimostrano la capacità di rendere più sicura l’intera esperienza turistica, dal momento della prenotazione alla ripartenza;

  • soluzioni per aumentare la quantità e qualità dei dati disponibili e migliorare il loro utilizzo ai fini della comunicazione e marketing e dell’ottimizzazione dei processi interni;

  • soluzioni per aumentare la sostenibilità ambientale dei servizi offerti.

REQUISITI DEI PROGETTI

I progetti devono, inoltre, rispondere ai seguenti requisiti:

  • essere coerenti con l’offerta turistica lombarda;
  • specificare chiaramente mercati target e azioni;
  • essere finanziati per la prima volta dal sistema camerale lombardo;
  • prevedere indicazioni puntuali sui KPI (indicatori di risultato) di valutazione del progetto e della competitività delle imprese;
  • essere conformi alle seguenti regole di comunicazione:
  • rispettare valori e eccellenze delle destinazioni lombarde;
  • riportare in tutti gli strumenti comunicativi l’indicazione della loro realizzazione nell’ambito del bando finanziato dal sistema camerale lombardo.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili al contributo le spese relative ai seguenti ambiti:

  • beni e servizi strumentali attinenti alla progettualità presentata, tra cui ad esempio investimenti in attrezzature tecnologiche e programmi informatici per rafforzare la componente tecnologica e attrezzature, beni, macchinari e servizi strumentali per il miglioramento della sostenibilità ambientale;
  • servizi di ricerca e sviluppo, servizi analitici, spese per l’accesso a laboratori di enti di ricerca;
  • servizi e tecnologie per l’ingegnerizzazione di software/hardware e prodotti relativi al progetto;
  • spese per la tutela della proprietà industriale;
  • spese di consulenza, audit, certificazioni e adozioni di protocolli per la sostenibilità ambientale;
  • acquisto di strumenti finalizzati a creare un’azione di coinvolgimento del turista prima del suo effettivo arrivo sul territorio o dopo la sua partenza;
  • servizi di consulenza necessari alla diffusione, marketing, comunicazione, studi di fattibilità, piani aziendali o allo sviluppo delle soluzioni (fino a un massimo del 50% della somma delle voci di spesa precedenti).

Le spese ammissibili sono quelle sostenute dalla pubblicazione del Bando Innovaturismo, quindi dal 20 giugno 2022, e i progetti devono essere realizzati entro il 30 giugno 2023.

SCADENZA DOMANDA

La domanda di contributo può essere presentata dalle ore 11.00 del 30 giugno 2022 alle ore 12.00 del 30 Settembre 2022.

COME PRESENTARE DOMANDA

la procedura per richiedere il contributo a fondo perduto è esclusivamente telematica tramite il portale di Infocamere accessibile a questo indirizzo. È necessaria la previa registrazione, mentre l’accesso è possibile se si è provvisti di SPID, CNS e CIE.

DOCUMENTI DA ALLEGARE

La funzione “Allega”, all’interno del sistema, consente di allegare alla pratica telematica i seguenti documenti obbligatori previsti dal bando, firmati digitalmente e reperibili sul sito di Unioncamere Lombardia alla sezione “Bandi contributi alle imprese – bandi aperti” (accessibile a questo indirizzo):

  • domanda di contributo deve essere firmato digitalmente dal legale rappresentante. In assenza del modello di domanda, la pratica presentata risulta irricevibile;
  • scheda progetto che dettagli le azioni previste;
  • prospetto spese;
  • in caso di partenariato: accordo di partenariato sottoscritto digitalmente dai legali rappresentanti di tutti i soggetti partner.

All’interno della sezione C1 del bando Innovaturismo sono elencati i documenti da allegare nei casi specifici.

COME FUNZIONA IL CONTRIBUTO E L’EROGAZIONE

L’assegnazione del contributo a fondo perduto avviene sulla base di una procedura valutativa a graduatoria secondo il punteggio assegnato al progetto. I progetti che superano l’istruttoria di ammissibilità formale accedono alla valutazione tecnica effettuata da un apposito Nucleo di Valutazione. Il procedimento si conclude nel termine di 75 giorni dalla chiusura del bando (entro il 14 dicembre 2022). Al termine dell’istruttoria Unioncamere forma un elenco delle domande ammesse e non ammesse. Se ammesso al contributo il beneficiario esegue il progetto finanziato e, entro il 30 giugno 2023, presenta tutte le fatture per la rendicontazione sempre tramite il portale web di infocamere raggiungibile su questa pagina. Entro il 27 luglio 2023, l’interessato deve aver pagato tutte le fatture e, a quel punto, può richiedere l’erogazione del contributo sul conto corrente indicato in sede di rendicontazione.

IL TESTO DEL BANDO INNOVATURISMO LOMBARDIA 2022

Mettiamo a vostra disposizione il testo integrale del Bando Innovaturismo 2022 della Regione Lombardia (Pdf 512 Kb) per maggiori dettagli tecnico operativi.

GUIDE E ALTRI APPROFONDIMENTI

Per maggiori informazioni vi consigliamo di leggere l’approfondimento sui contributi a fondo perduto per il settore turismo la guida ai contributi a fondo perduto 2022 in continuo aggiornamento che spiega tutte le agevolazioni di questo tipo ora accessibili.

Vi consigliamo di leggere anche i seguenti articoli sul settore turistico:

ALTRI AIUTI E COME RESTARE INFORMATI

Per il settore turistico lombardo vi consigliamo anche l’approfondimento sui contributi per l’efficientamento energetico degli alberghi. Per conoscere tutte le agevolazioni a favore dei datori di lavoro è possibile visitare la nostra pagina dedicata agli aiuti alle imprese. Se volete restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti