Modello 730 / 2024 definitivo: PDF, novità e istruzioni Agenzia delle Entrate

La guida sul Modello 730 2024 con le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate e le novità 2024

Modello 730 2024

L’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile il modello 730 2024 definitivo.

Insieme alle indicazioni tecniche, sono state precisate le novità introdotte quest’anno e la nuova  scadenza per la trasmissione che è fissata al 30 settembre 2024.

In questa guida chiara e dettagliata rendiamo disponibile il nuovo modello 2024 730 in Pdf e le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate con la spiegazione delle novità introdotte quest’anno.

MODELLO 730 2024 DEFINITIVO IN PDF

Il modello 730 2024 è il modulo dichiarativo che lavoratori dipendenti e pensionati, o persone che percepiscono redditi assimilati, hanno la possibilità di utilizzare per dichiarare annualmente i propri redditi.

Con il Provvedimento del 28 febbraio 2024, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello 730 2024 definitivo, con istruzioni e specifiche tecniche, da usare per le dichiarazioni dei redditi da presentare quest’anno, relative al 2023.

Mettiamo a vostra disposizione il modello 730 2024 definitivo consultabile e scaricabile in questa pagina (PDF 880 Kb).

Le istruzioni del modello 730 2024, invece, sono scaricabili da questa pagina (PDF 2,7 Mb) e le specifiche tecniche le potete scaricare da questa pagina (PDF 5 Mb).

Per il 2024, il modello 730 contiene molte novità, introdotte dal Decreto Adempimenti 2024 che attua la “riforma fiscale 2024” legata alla Legge di Bilancio 2024.

Scopriamo quali sono.

NOVITÀ MODELLO 730 2024

Le altre principali novità del modello 730 2024 includono:

  • ampliamento della platea del modello 730, cioè ora è possibile utilizzare il 730 anche per dichiarare alcune fonti di reddito per le quali in passato era richiesto il modello REDDITI PF. Ciò include la comunicazione dei dati sulla rivalutazione dei terreni, redditi di capitale esteri, e adempimenti relativi agli investimenti e attività finanziarie estere;

  • Quadro RU aggiuntivo per agricoltori sotto soglia. Ossia, gli imprenditori agricoli sotto soglia possono presentare il quadro RU insieme al modello 730 se hanno usufruito di crediti d’imposta specifici relativi alle attività agricole nel 2023;

  • le detrazioni per i figli a carico ora applicabili solo per i figli con 21 anni o più, mentre i figli minorenni devono comunque essere inclusi per fruire di altre detrazioni;

  • l’aliquota dell’imposta sostitutiva sui premi di produttività dei lavoratori dipendenti è ridotta al 5%, come spiegato in questo approfondimento;

  • la detrazione per il comparto sicurezza e difesa ridotta a 571 euro per redditi dipendenti fino a 30.208 euro;

  • il limite massimo di spesa per la detrazione per l’acquisto di mobili che nel 2023 è sceso di 8.000 euro, come spiegato in questo approfondimento;

  • l’esenzione IRPEF per redditi agricoli prorogata al 2023;

Vediamo chi può presentare il modello 730 2024.

CHI PUÒ PRESENTARLO

I contribuenti che possono utilizzare il modello 730 2024 ordinario sono:

  • pensionati o lavoratori dipendenti, compresi i lavoratori italiani che lavorano all’estero e il cui reddito è determinato sulla base della retribuzione convenzionale definita annualmente con apposito decreto ministeriale. Per loro, nel 2024, è attiva anche la procedura semplificata spiegata in questa guida;

  • persone che percepiscono indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente, come integrazioni salariali o indennità di mobilità, ovvero:
    – Soci di cooperative di produzione e lavoro, di servizi, agricole e di prima trasformazione dei prodotti agricoli e di piccola pesca;
    – Sacerdoti della Chiesa cattolica;
    – Giudici costituzionali, parlamentari nazionali e altri titolari di cariche pubbliche elettive, come consiglieri regionali, provinciali, comunali, ecc;
    – Persone impegnate in lavori socialmente utili;
    – Lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato per un periodo inferiore all’anno.

Inoltre, possono utilizzare il modello 730 ordinario i contribuenti che nel 2023 hanno percepito:

  • redditi di lavoro dipendente e redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (ad esempio, co.co.co. e contratti di lavoro a progetto);

  • redditi dei terreni e dei fabbricati;

  • redditi di capitale;

  • redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita IVA (come prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente);

  • redditi diversi (come redditi di terreni e fabbricati situati all’estero);

  • alcuni dei redditi soggetti a tassazione separata, indicati nella sezione II del quadro D;

  • redditi di capitale di fonte estera, diversi da quelli che concorrono a formare il reddito complessivo, percepiti direttamente dal contribuente senza l’intervento di intermediari residenti indicati nella sezione III del quadro L.

A partire da quest’anno:

  • possono utilizzare il modello 730 anche coloro che devono adempiere agli obblighi relativi al monitoraggio delle attività estere di natura finanziaria o patrimoniale, come proprietà o altri diritti reali, e/o che sono tenuti al pagamento delle relative imposte (IVAFE, IVIE e imposte sulle cripto-attività), compilando il nuovo quadro W;

  • chi presenta la dichiarazione per conto di persone incapaci, inclusi i minori, o per il contribuente deceduto può utilizzare il modello 730 se ricorrono le condizioni descritte;

  • i produttori agricoli esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta (Modello 770 2024), IRAP e IVA possono utilizzare il modello 730 2024.

QUALI INFORMAZIONI CONTIENE IL MODELLO 730 DEFINITIVO

Il modello 730 2024 contiene le seguenti informazioni:

  • dati della Certificazione Unica inviata all’Agenzia delle Entrate dai sostituti d’imposta, come redditi di lavoro dipendente o di pensione, ritenute Irpef, trattenute di addizionale regionale e comunale, credito d’imposta APE, compensi di lavoro autonomo occasionale, dati delle locazioni brevi;

  • oneri deducibili o detraibili e rimborsi, come spese sanitarie, interessi passivi sui mutui, premi assicurativi, contributi previdenziali, spese per l’istruzione, spese universitarie, spese funebri, erogazioni liberali, spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio, spese per interventi energetici, spese per abbonamenti ai trasporti pubblici, rimborsi per il bonus Vista. I dettagli su quali sono li trovate in questa guida;

  • alcune informazioni dalla dichiarazione dei redditi dell’anno precedente, come dati dei terreni e dei fabbricati, oneri detraibili da ripartire in più rate annuali, crediti d’imposta e eccedenze riportabili;

  • altri dati dall’Anagrafe tributaria, come informazioni immobiliari (catasto e registro), pagamenti e compensazioni effettuati con il modello F24.

COME SI ACCEDE AL MODELLO 730 2024

Il modello 730 viene reso disponibile gratuitamente online per il contribuente a partire dal 30 aprile di ogni anno (quindi il 30 aprile 2024 per quello relativo al 2023), tramite una sezione dedicata sul sito web dell’Agenzia delle entrate raggiungibile da questa pagina.

Per accedere al modello 730, il contribuente può utilizzare uno dei seguenti metodi di identificazione:

  • SPID (Sistema pubblico d’identità digitale);


  • Carta Nazionale dei Servizi.

Nella sezione dedicata al 730 dell’Agenzia inoltre il contribuente ha la possibilità di accedere alla dichiarazione dei redditi precompilata 2024, la dichiarazione dei redditi online, semplificata in molti passaggi rispetto al 730 tradizionale e attivato gratuitamente da Agenzia delle Entrate.

In sostanza, quello che fa l’Agenzia delle Entrate è mettere a disposizione dei contribuenti una dichiarazione con diversi dati già inseriti.

Vi consigliamo di leggere il nostro articolo per capire come funziona e come fare qualora si scelga il 730 precompilato rispetto all’ordinario.

COME SI PRESENTA IL MODELLO 730 2024

I contribuenti citati possono presentare il modello 730 2024 definitivo con una delle seguenti modalità, a propria scelta:

  • da soli, direttamente all’Agenzia delle Entrate, gratis e in via telematica da questa pagina dopo l’autenticazione con SPID, CIE O CNS.

  • tramite il sostituto d’imposta, se il rapporto di lavoro dura almeno dal mese di presentazione della dichiarazione al terzo mese successivo;

  • tramite un Caf o un professionista abilitato (es. commercialista), che presenta il modello per nostro nome e conto.

SCADENZA 730 2024

Il modello 730 deve essere presentato entro il 30 settembre 2024 direttamente all’Agenzia delle Entrate.

I termini che scadono di sabato o in un giorno festivo sono prorogati al primo giorno feriale successivo.

INTERESSANTI APPROFONDIMENTI CORRELATI

Mettiamo a vostra disposizione i modelli della dichiarazione dei redditi 2024 precompilata.

Di seguito, invece, l’elenco di tutte le guide alle altre detrazioni che si possono ottenere nel 2024:

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Se volete sapere a quali bonus sono accessibili fino al 2023 entro determinate soglie ISEE, vi consigliamo di leggere questa pagina.

Per approfondire vi consigliamo la lettura dei nostri articoli su Precompilata IVA 2024Dichiarazione dei Redditi Semplificata 2024. Da leggere anche l’articolo sul modello 770 del 2024.

A vostra disposizione anche la guida agli scaglioni IRPEF 2024 con la simulazione, l’articolo sul bonus tasse e l’approfondimento sulla riforma fiscale 2024.

Vi segnaliamo che è disponibile la guida sulla Certificazione Unica 2024 con i modelli da scaricare, le istruzioni fornite dall’Agenzia delle Entrate e la spiegazione delle novità.

Da non perdere neppure l’articolo sui bonus del modello 730 del 2024 e quelli sulle detrazioni spese veterinarie e le detrazioni spese condominiali 2024.

Se volete, invece, sapere tutte le agevolazioni disponibili per studenti e famiglie, visitate la nostra pagina dedicata agli aiuti alle persone e lavoratori.

Vi ricordiamo che per restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima. È anche possibile restare aggiornati seguendo il nostro canale Whatsapp e il nostro canale TikTok @ticonsigliounlavoro.

di Valeria C.
Giornalista, esperta di leggi, politica e lavoro pubblico.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *