Incentivi assunzioni giovani under 30: come fare domanda

inps

Al via gli incentivi per le assunzioni di giovani tra i 18 e i 29 anni, privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi o senza diploma di scuola media superiore o professionale, previsti dal decreto Lavoro dello scorso giugno (legge 76/2013).

L’Inps con la circolare n.131 del 17 Settembre 2013 ha fornito tutte le informazioni operative su come fare domanda per l’ammissione e fruizione del bonus e con la circolare n. 138 del 27 settembre 2013 stato fissato un click day, ossia il giorno a partire dal quale sarà possibile collegarsi al sito dell’Inps per richiedere le agevolazioni sulle assunzioni di giovani lavoratori under 30. Il Click day è previsto per martedì 1 Ottobre 2013 dalle ore 15.00.

I nuovi incentivi assunzioni giovani under 30 saranno riconosciuti per gli inserimenti a tempo indeterminato realizzati a partire dal 7 agosto 2013 fino al 30 giugno 2015 in funzione alle risorse disponibili verificate dall’Inps. Il Ministero del Lavoro precisa che in totale sono stati stanziati 794 milioni di euro e nel 2013 saranno erogati 148 milioni. Secondo le stime del Ministro del Lavoro Enrico Giovannini questo intervento potrebbe portare alla creazione di 100mila posti di lavoro per i giovani calcolando gli effetti dello sgravio contributivo fino a 650 euro mensili per le aziende.

Cerchiamo di fare chiarezza sul nuovo bonus assunzioni under 30 e sulle modalità per presentare domanda.

LAVORATORI AI QUALI SPETTA L’INCENTIVO
L’incentivo è riservato alle assunzioni di lavoratori di età compresa tra i 18 e i 29 anni, che rientrino in una di queste condizioni:
– siano senza impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi;
– siano privi di un diploma di scuola media superiore o professionale.

RAPPORTI INCENTIVATI
Il contributo spetta per le assunzioni a tempo indeterminato full time o part time, anche di apprendisti (l’apprendistato viene considerato un contratto a tempo indeterminato) e anche di lavoratori domestici. Inoltre il contributo spetta per trasformazioni a tempo indeterminato di un rapporto a termine. Rientrano anche le assunzioni a tempo indeterminato a scopo di somministrazione.

MISURA E DURATA DELL’INCENTIVO
L’incentivo è pari ad un terzo della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali. Il valore mensile dell’incentivo non può comunque superare l’importo di 650 euro per lavoratore. In caso di assunzione a tempo indeterminato l’incentivo spetta per 18 mesi, in caso di trasformazione a tempo indeterminato di un rapporto a termine per 12 mesi.

DECORRENZA
In tutta Italia l’incentivo verrà erogato per le assunzioni e trasformazioni effettuate dal 7 agosto 2013 al 30 giugno 2015, fino ad esaurimento delle risorse stanziate per ciascuna regione e provincia autonoma. Sul sito internet dell’INPS sarà possibile conoscere l’esaurimento delle risorse stanziate per ogni regione e provincia.

VINCOLO INCREMENTO NETTO
Gli incentivi assunzioni giovani spettano a condizione che l’assunzione determini un incremento netto dell’occupazione rispetto alla media dei lavoratori occupati nell’anno precedente l’assunzione stessa. E’ inoltre necessario che tale incremento sia mantenuto per ogni mese di calendario di vigenza dell’incentivo. Altre specifiche condizioni di regolarità sono precisate nella circolare Inps.

COME FARE DOMANDA
Come procedere operativamente? Il datore di lavoro deve inoltrare all’INPS una domanda preliminare di ammissione all’incentivo, indicando il lavoratore assunto o da assumere e la regione di esecuzione della prestazione lavorativa.

La domanda deve essere inoltrata esclusivamente avvalendosi del modulo di istanza on-line “76-2013”, che sarà disponibile a partire dal giorno 1 Ottobre 2013 alle ore 15.00 all’interno dell’applicazione “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente”, sul sito internet www.inps.it. Il modulo sarà scaricabile online seguendo questo percorso dalla home page: servizi on line – per tipologia di utente – aziende consulenti e professionisti – servizi per le aziende e consulenti (autenticazione con codice fiscale e pin) – dichiarazioni di responsabilità del contribuente. All’istanza non deve essere allegata alcuna documentazione.

Entro tre giorni dall’invio dell’istanza, l’INPS verifica la disponibilità delle risorse e comunica l’esito al datore di lavoro. A quel punto l’azienda deve segnalare l’avvenuta assunzione all’Inps che verificherà la conformità della documentazione e darà il via libera definitivo all’incentivo. Tutte queste comunicazioni tra Inps e società avverranno per via telematica, tramite il sito internet dell’ente.

Ecco i vari stati / esiti che possono essere attribuiti alle istanze di prenotazione e il loro significato:
– APERTA: Istanza di prenotazione inviata dall’interessato ma non ancora elaborata dai sistemi informativi centrali dell’Inps.
– ACCOLTA: Istanza di prenotazione elaborata dai sistemi informativi centrali e accolta per disponibilità dei fondi.
– RIFIUTATA PRELIMINARE: Istanza di prenotazione elaborata dai sistemi informativi centrali e rifiutata per indisponibilità dei fondi; l’istanza sarà comunque rielaborata, mantenendo la precedenza cronologica, per un tempo limite di 30 giorni.
– RIFIUTATA DEFINITIVA: dopo 30 giorni l’istanza “rifiutata preliminare” si trasforma in “rifiutata definitiva”.
– SCADUTA: Istanza di prenotazione precedentemente accolta dai sistemi informativi centrali, cui non ha fatto seguito la comunicazione di conferma dell’interessato.
– ANNULLATA: Istanza di prenotazione annullata dall’interessato; è possibile annullare solo le istanze di prenotazione che si trovano nello stato “Aperta” oppure “Rifiutata Preliminare”.
– CONFERMATA: Istanza di prenotazione accolta, cui ha fatto seguito la domanda definitiva del datore di lavoro.
Lo stato delle istanze di prenotazione e di conferma, diversamente da quanto precisato  nella circolare 131/2013, è visualizzabile all’interno dell’applicazione “Di.Res.Co”.

Attenzione: L’inps consiglia di prestare la massima attenzione nel compilare correttamente i moduli INPS e le comunicazioni telematiche obbligatorie (Unilav/ Unisomm) inerenti il rapporto per cui si chiede la conferma della prenotazione. L’ente sottolinea in èarticolare che non può essere accettata una domanda di conferma contenente dati diversi da quelli già indicati nell’istanza di prenotazione.

FONDI DISPONIBILI PER OGNI REGIONE
La ripartizione delle risorse, emanata con decreto direttoriale, è stata fatta dal Ministero del lavoro in base a criteri di riparto dei Fondi strutturali: 500 milioni sono destinati al Mezzogiorno e 294 milioni al Centro Nord.

Ecco la ripartizione: Abruzzo 8.754.379,04; Molise 3.548.834,94; Sardegna 31.825.379,26; Basilicata 14.067.641,90; Calabria 63.146.499,30; Campania 130.634.799,80; Puglia 106.651.722,64; Sicilia 141.370.743,12. Emilia Romagna 25.195.866,03; Friuli Venezia Giulia 11.552.557,44; Lazio 43.957.896,27; Liguria 18.762.417,42; Lombardia 32.615.387,64; Marche 13.337.254,77; PA Bolzano 5.155.617,93; PA Trento 4.782.362,94; Piemonte 48.925.805,83; Toscana 38.712.209,52; Umbria 14.792.956,38; Valle d’Aosta 3.115.682,88; Veneto 33.093.984,93.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO
Per completezza mettiamo a disposizione la CIRCOLARE N.131 (Pdf 256Kb) del 17-09-2013 – Oggetto: Articolo 1 del decreto legge 28 giugno 2013, n. 76, convertito con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 99. Incentivo sperimentale per l’assunzione a tempo indeterminato di giovani under 30. Indicazioni operative.

Documenti allegati:
Allegato n.1 – Decreto Legge 28 giugno 2013, n. 76
Allegato n.2 – Ripartizione delle risorse per Regione e Province
Allegato n.3 – Decreto 7 Agosto 2013 Gazzetta Ufficiale
Allegato n.4 – Regolamento CE 6-8-2008 n. 800/2008
Allegato n.5 – Guida al calcolo dell’incremento netto
Allegato n.6 – Variazione al piano dei conti

Mettiamo a disposizione anche la CIRCOLARE N. 138 (Pdf 129Kb) – Rilascio moduli telematici “76-2013” per gli incentivi all’assunzione di giovani, previsti dall’articolo 1 del decreto legge 76/2013. Circolare 131/2013.

Documenti allegati:
Allegato 1 – fac simile istanza di prenotazione ossia la domanda preliminare di ammissione all’incentivo (MOD. 76-2013 – prenotazione)
Allegato 2 – fac simile istanza di conferma ossia la domanda definitiva di ammissione all’incentivo (MOD. 76–2013 – conferma)

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments